Calvizie: le riduzioni del cuoio capelluto

Per la maggior parte degli uomini, la calvizie è una triste realtà, forse inevitabile. La perdita dei capelli può iniziare già durante il periodo dell’adolescenza, e condurre nel medio termine ad una mancanza di fiducia in se stessi.

Più spesso, la perdita di capelli non è causata da una malattia o stress, ma è semplicemente una caratteristica genetica ereditaria. Ad ogni modo, non tutto è perduto, poiché nuove tecniche chirurgiche permettono di ricreare una spessa e ricca chioma, spostando le aree di capelli esistenti verso le aree calve mediante trapianto di capelli.

Per i pazienti in cerca di alternative al trapianto di capelli, molti medici offrono lembi del cuoio capelluto e riduzioni del cuoio capelluto in sostituzione ad uno nuovo, dall’aspetto naturale.

Le riduzioni del cuoio capelluto sfruttano le proprietà elastiche della pelle: in questa procedura, il medico rimuove una sezione del cuoio capelluto calvo, e tende la pelle rimanente sull’area rimossa. La procedura sposta i capelli ai lati della testa fino alla zona calva in precedenza.

La riduzione del cuoio capelluto e dei lembi del cuoio capelluto possono essere utilizzati in combinazione ai trapianti di capelli (innesti) i per riempire le piccole zone calve, al termine di tali procedure, più aggressive.

In ogni caso, come in tutte le procedure di ripristino dei capelli, le riduzioni del cuoio capelluto sono progettate per produrre un più sano, giovane aspetto della chioma. Le riduzioni del cuoio capelluto hanno un vantaggio significativo rispetto i trapianti di capelli, nel senso che producono risultati immediati, e vengono di norma effettuate su uomini con calvizie sulla sommità della testa.

Sollevando i capelli esistenti intorno ai lati del cuoio capelluto si portano i follicoli sani all’inizio del cuoio capelluto. I capelli continueranno a crescere alla stessa velocità.

La maggior parte delle riduzioni del cuoio capelluto vengono eseguite in anestesia generale.

Lascia un commento